Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 luglio 2012 5 06 /07 /luglio /2012 10:40

http://sport.sky.it/static/contentimages/original/sezioni/sport/mondiali_calcio/2010/06/27/germania_inghilterra_gol_fantasma_sequenza_ap.jpgGiusto con qualche decennio di ritardo l'International Board apre alla tecnologia sui campi di calcio e prende una decisione che dovrebbe una volta per tutte chiudere le polemiche sui goal fantasma. 

Quasi tutti i tifosi di calcio nel corso degli anni hanno avuto modo di protestare per un goal non assegnato nonostante il pallone avesse superato la linea di porta (vi dice niente Muntari?) ma finalmente, dopo anni di polemiche e discussioni anche piuttosto accese si è ridotto a due il numero delle tecnologie candidate ad essere utilizzate per dirimere la questione sui goal non goal. 

La prima, denominata GoalRef ricorda vagamente il principio alla base dei cancelli automatici, un microchip posto all'interno del pallone farà scattare una serie di sensori installati all'interno dei pali della porta, segnalando in tempo reale il superamento completo della linea di porta all'arbitro tramite un apposito ricevitore.   

La seconda, dall'altisonante nome di Hawk-Eye (Occhio di Falco, ma non c'entra niente il personaggio dei fumetti) è mutuata direttamente dal tennis, dove è utilizzata da anni per chiarire i dubbi legati alle contestazioni sulle chiamate del giudice di linea.

In pratica una serie di telecamere ad altra definizione registra la traiettoria della pallina e la riproduce virtualmente in modo che in caso di dubbi si possa verificare con certezza se è caduta dentro o fuori dal campo.

Importare questa soluzione nel mondo del calcio sarebbe abbastanza semplice, basterebbe montare delle telecamere lungo la linea di porta e munire di monitor il quarto uomo (che almeno così si renderebbe utile a qualcosa) ed infatti è fra le due quella maggiormente indiziata ad essere ufficialmente adottata.

Il primo test ufficiale delle due tecnologie ci sarà nel corso del Mondiale per Club di Dicembre, poi si replicherà l'esperimento durante la Confederations Cup e i Mondiali di Calcio in Brasile.

Purtroppo però per vedere una di queste soluzioni implementate nei campionati di tutto il mondo ci vorrò ancora del tempo e non è detto che succeda, dal momento che la decisione finale spetterà alle singole federazioni. Nel caso migliore avremo ancora due anni per maledire arbitri e guardalinee vari, con buona pace dei tifosi e dei presidenti.

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Scienza
scrivi un commento

commenti