Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
21 giugno 2012 4 21 /06 /giugno /2012 21:51

http://www.wakeupnews.eu/wp-content/uploads/2012/06/youtube-mp3.jpgBrutte notizie per gli amanti della musica: Google ha deciso di agire per vie legali contro youtube- mp3 il sito più famoso fra i tanti che permettono di estrarre le traccie audio dai video di Youtube e molto utilizzato dagli internauti che orfani di emule e poco avvezzi al file sharing hanno trovato in questo sito sistema ideale per procurarsi musica free.  

Il sito e i suoi innumerevoli omologhi (che contano quotidianamente più di 2 milioni di accessi) secondo i legali di Google violerebbero la licenza d'uso di Youtube, che vieta espressamente di usare le sue API per il download delle tracce audio/video caricate sul portale.

In realtà il discorso è molto più ampio e va ben oltre l'utilizzo delle suddette librerie, che tra l'altro il gestore del portale (tale Philip) nega di aver mai usato per il suo sito.

Sappiamo tutti dei problemi che la stessa Google sta avendo con la RIAA e le major (che non vedono di buon occhio la pubblicazione di video musicali sulla sua piattaforma di streaming) e questa presa di posizione contro tutti i servizi che permettono il download di tracce audio dai filmati in streaming potrebbe proprio essere una sorta di precauzione per evitare problemi in futuro.

Ad ogni modo, nonostante Google abbia oscurato il sito in questione impedendogli l'accesso ai propri contenuti, tutti i discorsi sono ancora aperti e la guerra è appena cominciata.

Nonostante le forze scese in campo contro di lui infatti Youtube-mp3 non sembra affatto rassegnato ad arrendersi alle preponderanti forze nemiche, e forte della una sentenza di un tribunale tedesco (i server dove risiede il sito sono infatti localizzati in Germania) che lo equipara a un qualsiasi sistema di registrazione audio/video casalingo dichiarandolo quindi completamente legale, chiede aiuto ai suoi utenti con un appello che potete leggere a questo link.  

Non ci resta che aspettare ulteriori notizie in merito, nel frattempo chi vuole può aderire all'appello precedente e scrivere una mail a press@youtube.com come suggeriscono i gestori del sito. 



Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Software e Hardware
scrivi un commento

commenti