Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 giugno 2012 1 04 /06 /giugno /2012 22:50

http://www.batista70phone.com/wp-content/2009/12/flat2.pngNel nostro Paese la passione per smartphones e tablet è talmente grande che gran parte degli utenti per poter utilizzare a pieno tutte le caratteristiche del proprio gioiellino (iPhone, iPad, netbook, o quant'altro) ha deciso di attivare un abbonamento flat con il proprio operatore.

E' così che si è passati dai 14 milioni e passa di abbonamenti attivi nel 2010 in Italia ai 16 milioni del 2011.

Un incremento piuttosto importante, favorito anche dalle numerose offerte proposte dagli operatori mobili e che permettono di ottenere a prezzi più che vantaggiosi uno smartphone con tanto di telefonate, sms ed internet gratis.

Le offerte attuali, unite alle capacità degli smartphones di ultima generazione permettono di utilizzare internet sul proprio dispositivo mobile ed ottenere la stessa esperienza di navigazione che si avrebbe con una linea internet domestica: basti pensare che con determinati operatori si possono raggiungere velocità molto vicine a quelle che si avrebbero con una offerta adsl economica.

Se si unisce a queste la possibilità di usare il proprio smartphone come hotspot Wi-Fi si potrà facilmente navigare in internet col proprio PC desktop o portatile senza bisogno di una connessione adsl, e senza sentire particolari differenze (a patto di non pretendere di guardare film in streaming o di giocare a qualche videogame online).

Lo stesso discorso si può fare per le offerte che riguardano le chiavette internet, anche se è da tenere presente che per quanto vantaggiose tutte queste proposte hanno un limite piuttosto importante, rappresentato dalla soglia di traffico mensile.

Sebbene gli operatori abusino della parola senza limiti in realtà spesso e volentieri il limite c'è eccome (che sia 3GB, 5GB, 20 dipende dall'operatore) e una volta superato l'utente non può più navigare alla massima velocità ma è costretto ad utilizzare la minima velocità consentita fino al giungere del nuovo mese di abbonamento. 

Nonostante questo problemino sono sempre più gli utenti che rinunciano all'adsl domestica (in molti casi costosa e poco performante rispetto a quanto promesso) in favore di un contratto con un operatore mobile, che ha costi più bassi e può essere disdetto facilmente (basta non ricaricare la propria sim per un certo periodo di tempo e viene automaticamente annullato).

Nel 2011 sono stati ben 400.000 i contratti disdetti per quello che riguarda internet a banda larga su rete fissa e si prevede che con l'introduzione del 4G (o LTE, chiamatelo come vi pare) saranno sempre di più gli utenti che rinunceranno del tutto alla rete telefonica fissa in favore di quella mobile.   

  

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Telefonia e Comunicazione
scrivi un commento

commenti