Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
20 ottobre 2011 4 20 /10 /ottobre /2011 16:02

L'Authority delle Telecomunicazioni ha rilasciato la sua statistica trimestrale per quanto riguarda l'utilizzo delle reti di comunicazione in Italia. 

I numeri segnalano una crescita dell'utilizzo per quanto riguarda le reti mobili e la banda larga e una contestuale discesa per quanto riguarda le reti fisse.

In particolare si nota un bel +12% per quanto riguarda in traffico su rete mobile, il dato ovviamente è strettamente legato con quelli relativi alle vendite dei vari dispositivi portatili come smartphones e tablet, che uniti alle promozioni lanciate degli operatori hanno incentivato molto gli utenti per quanto riguarda l'utilizzo della rete mobile.

http://media.panorama.it/media/foto/2009/05/08/4a044578d3f72_zoom.jpgIn generale sono ben 91.132.000 le linee mobili attive in Italia, di queste 17.305.000 sono utilizzate per il traffico dati (cioè sono utilizzate per navigare in internet tramite le reti umts e 3g). 

Telecom Italia guida la classifica dei gestori, con il 34,3% sul totale delle linee, Vodafone segue da vicino col 33,2%. Terza con largo distacco è Wind, che si accaparra il 22,6%, mentre 3 Italia con appena il 10% delle linee attive detiene la quarta posizione.

E' da notare come il siano largamente diffusi i contratti prepagati, che comprendono l'83% del totale delle linee attive nel nostro paese. 

Sempre per quanto riguarda il settore mobile, il traffico vocale segnala un aumento dell'8% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, con la cifra record di 65 miliardi di minuti passati al telefono. In pratica in italia annualmente ogni cittadino (bambini e neonati compresi) passa 1000 minuti al telefono cellulare. Gli sms inviati nello stesso periodo raggiungono invece quota 44 miliardi, che fanno circa 800 a testa in un anno.

L'ultimo dato che analizziamo riguarda i cambi di operatore, nell'ultimo anno ne sono stati effettuati ben 33 milioni, cosa che dimostra come una buona parte degli utenti tenda ad utilizzare questo espediente per sfruttare offerte e promozioni vantaggiose.  

Mentre i numeri legati alla rete mobile segnalano incrementi importanti non si può dire lo stesso della rete fissa. A giugno scorso gli accessi diretti alla rete fissa risultano in totale 21.264.000, di cui il 70% fa capo a Telecom Italia (-2,5% rispetto all'anno scorso). Wind detiene la seconda posizione con l'11% delle linee fisse, Vodafone e Fastweb concludono la classifica con rispettivamente il 7,8% e il 7,4%. Per quanto riguarda internet invece, gli accessi alla banda larga nel nostro paese sono in totale 13.516.000.

Telecom Italia detiene la quota di mercato più ampia con il 53,1%, ma perde in un anno il 2,5%, a vantaggio di Wind che con il 15,6% si sistema in seconda posizione, e di Vodafone che con il 12,5% si piazza sul gradino più basso del podio. Ad ogni modo nonostante i numeri non proprio esaltanti negli ultimi dodici mesi c'è stato un incremento di 0,6 milioni di linee per quanto riguarda i contratti per l'accesso ad internet a banda larga, portando quasi l'84% delle linee domestiche ad una connessione di almeno 2Mb/sec.  

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Telefonia e Comunicazione
scrivi un commento

commenti