Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 gennaio 2013 1 28 /01 /gennaio /2013 09:59

LTE è il futuro delle reti mobili, ma nel nostro Paese dovrà affrontare non poche avversità prima di diventare uno standard per la comunicazione.

Ultima della serie quella legata ai problemi di compatibilità con il digitale terrestre: i gestori di telefonia mobile italiani hanno infatti ottenuto in concessione l'utilizzo di frequenze a 800 MHz, 1800 MHz e 2600 MHz.

Se per gli ultimi due non dovrebbero presentarsi particolari problemi questo non si può dire per la banda a 800 MHz, la stessa utilizzata per trasmettere il segnale TV del digitale terrestre: in pratica potrebbero presentarsi interferenze più o meno importanti che andranno a incidere negativamente con la fruizione dei canali TV da parte degli utenti. 

http://www.extremetech.com/wp-content/uploads/2012/08/lte-advanced-348x196.jpg

Abbiamo usato il condizionale perchè non è detto che ciò avvenga effettivamente e anzi, le aziende stanno lavorando in modo da prevenire il più possibile questa eventualità.

Ma non essendoci la certezza che tutto fili liscio fino a quando la rete LTE non sarà a regime il Governo per mano dell'Associazione Consumatori sta già prendendo le adeguate contromisure: chiunque in seguito all'attivazione della rete LTE nella propria zona di residenza noti difficoltà nelle ricezione di uno o più canali TV potrà infatti richiedere gratuitamente l'installazione di un apposito filtro LTE sulla propria antenna TV. 

In realtà chiunque è una parola grossa. L'installazione gratuita del suddetto filtro sarà subordinata a una pre-condizione: il richiedente dovrà essere in regola con il pagamento del canone RAI. In caso contrario dovrà provvedere a sue spese all'acquisto e all'installazione della modifica al suo impianto di ricezione TV. 

Ovviamente non mancano le polemiche a riguardo: secondo alcuni infatti il canone RAI non deve essere la discriminante per decidere chi debba poter usufruire dell'aiuto dello Stato per ottenere un servizio essenziale come la TV e chi invece dovrà arrangiarsi da solo.

D'altra parte chi paga il canone ma utilizza un impianto satellitare è al riparo da qualsiasi problema di interferenze sul segnale terrestre, quindi andrebbe a richiedere un aiuto di cui non avrebbe bisogno. 

Ad ogni modo sul sito help interferenze si potranno trovare tutte le informazioni necessarie in merito a questa iniziativa. 

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Audio e Video
scrivi un commento

commenti