Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 gennaio 2014 6 18 /01 /gennaio /2014 16:22

Edward Snowden non finisce di stupirci: periodicamente l'ex-spia della National Security Agency rivela qualcosa riguardo le attività dei suoi (non più) datori di lavoro.

E ogni volta sono notizie negative per quello che riguarda la privacy di chiunque possieda e utilizzi un oggetto tecnologico.

Stavolta il problema riguarderebbe gli sms, utilizzati dalla NSA in maniera (piuttosto inconsueta a dire il vero) tale da tracciare la posizione e gli spostamenti delle loro vittime.

Tutta colpa del roaming, ovvero il passaggio sotto altro operatore che avviene quando ci si trova all'estero; secondo quanto scoperto da alcuni giornali inglesi infatti la NSA avrebbe raccolto dal 2011 in poi ben 200 milioni di sms, tutti o quasi con una cosa in comune: erano gli sms destinati agli utenti che si trovano sotto copertura di una rete straniera e inviati dagli operatori allo scopo di avvisarli delle tariffe internazionali.

Grazie ad essi l'agenzia per la sicurezza americana è venuta a conoscenza degli spostamenti di migliaia (o forse milioni) di persone, riuscendo così a tenersi sempre aggiornata sulla posizione dei sospetti terroristi.

http://abcnews.go.com/images/Blotter/HT_nsa_secret_tk_141013.jpg

Una strategia puttosto semplice, ma tutto sommato efficace: gli sms infatti viaggiano in chiaro e sono quindi intercettabili abbastanza facilmente. Una volta scoperto che la vittima è in un Paese estero per la NSA deve essere stato immediato chiedere alle autorità locali il permesso di ricevere tutti i dati inviati da questi all'interno dei loro confini.

Il problema è sempre lo stesso: che fine fanno i dati di chi non c'entra niente coi terroristi ed è stato solo sfortunato a finire nella stessa cella di rete di un sospetto criminale?

Sappiamo che la NSA per sicurezza traccia anche i cellulari vicini ai sospetti alla ricerca di eventuali complici, ma non sappiamo come vengono trattati una volta appurato che questi sono estranei a qualsiasi azione terroristica. 

Ovviamente dagli USA arrivano velocissime le rassicurazioni: secondo la NSA sono stati intercettati solo i cellulari di potenziali terroristi e/o criminali, con i dati degli onesti cittadini immediatamente cancellati. Ci sarà da crederci?

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Web e Cultura digitale
scrivi un commento

commenti