Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 maggio 2013 7 19 /05 /maggio /2013 17:37

Il mestiere più antico del mondo non è previsto da LinkedIn, il social network specifico per il mondo del lavoro, dove i professionisti e le aziende possono entrare in contatto in maniera efficiente e veloce. 

L'aggiornamento dei termini di servizio del portale inserisce infatti uno specifico articolo che vieta ai suoi iscritti di pubblicizzare servizi di intrattenimento a luci rosse tramite la creazione di appositi profili.

http://static.fanpage.it/techfanpage/wp-content/uploads/2012/06/linkedin-big-638x425.jpg

Sembrerebbe normale a noi italiani che in internet non si possa pubblicizzare sui social network la propria attività da escort (da noi la prostituzione è reato, a patto di non essere nipoti di Mubarak) ma negli altri Paesi invece non lo è: in molti Stati infatti l'attività in questione è regolamentata da apposite leggi ed è un lavoro a tutti gli effetti con tanto di introiti per lo Stato sotto forma di tasse.

Suona quindi un pò strana per certi versi questa scelta di LinkedIn che in pratica nega a lavoratorici/lavoratori di alcuni Paesi la possibilità di entrare in contatto con i potenziali clienti.

Una scelta migliore poteva essere quella di filtrare i contenuti in questione a seconda del Paese di provenienza, ma la lotta ai contenuti a luci rosse sul web impazza, al punto che i maggiori social network stanno prendendo tutti i provvedimenti necessari a frenarne il dilagare.

C'è da dire però che l'universo dei siti di escort è bello ampio a prescindere da LinkedIn: basta una semplice ricerca su google per rendersene conto. 

 D'altro canto è risaputo che il porno e i suoi derivati sono la prima industria di internet: mettergli in freno è praticamente impossibile nonostante gli sforzi dei provider e dei governi, anche se i primi a dirla tutta non sembrano poi così convinti della necessità di limitare una delle loro maggiori fonti di guadagno.


  

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Web e Cultura digitale
scrivi un commento

commenti