Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
27 marzo 2013 3 27 /03 /marzo /2013 20:42

Sembrava una mossa azzardata quella di rendere free-to-play Star Wars: The Old Republic, il gioco di ruolo ambientato nell'universo nato dalla mente di George Lucas e che nelle intenzioni di Bioware ed Electronic Arts avrebbe dovuto detronizzare World Of Warcraft e diventare il punto di riferimento per i giochi online. 

Purtroppo però non è andata come sperato e dopo un boom iniziale di nuovi utenti i server del gioco hanno iniziato lentamente a svuotarsi.

http://deadwildroses.files.wordpress.com/2011/06/img_1301270016-star-wars-knights-of-the-old-republic.jpg

Un piccolo dramma per gli sviluppatori, che forti del brand importante e degli investimenti degni di un kolossal cinematografico speravano in ben altri risultati e guadagni.

L'unico modo per salvare la situazione era quindi quello di rendere il gioco free, con la speranza che la possibilità di giocare gratis potesse attirare gli utenti che inizialmente avevano desistito perchè spaventati dal prezzo.

Una scelta fortunata a quanto pare: il passaggio alla nuova formula ha infatti fruttato ben 2 milioni di nuovi iscritti, il che vuol dire un universo di gioco finalmente all'altezza delle aspettative, con migliaia di giocatori on-line, partite avvincenti e una evoluzione dei personaggi diventata meno stressante. 

Tutto questo però vale solo per gli utenti arrivati da poco; per quelli che avevano comprato il gioco a prezzo pieno e pagato i primi mesi di abbonamento è stata una piccola fregatura.

Non deve essere piacevole dare fiducia a un prodotto e vederlo diventare accettabile solo dopo che è diventato gratuito, ma almeno hanno la consolazione di poter finalmente vedere ripagata la fiducia da loro riposta nel gioco.   

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Videogiochi
scrivi un commento

commenti