Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
23 febbraio 2012 4 23 /02 /febbraio /2012 18:46

Dopo la Colomba della pace e lo Spirito Santo un altro volatile si appresta a entrare nell'iconografia della Chiesa: l'uccellino azzurro di Twitter.

http://www.doctorbrand.it/wp-content/uploads/2009/10/twitter-follow-me-post.jpgLa Santa Sede ha infatti inaugurato (dopo la pagina Facebook il canale Youtube e il sito ufficiale) la pagina twitter ufficiale del Papa: da ieri mercoledi delle Ceneri e per tutti i 40 giorni che ci separano dalla Pasqua all'indirizzo in questione sarà possibile leggere un pensiero quotidiano dedicato a questo particolare periodo del calendario liturgico cristiano.

Non solo, il Consiglio Pontificio per le Comunicazioni Sociali sta studiando il modo in cui, finita questa fase di test il Social Network più usato dalle celebrità sarà utilizzato per diffondere sulla rete gli Angelus domenicali e i vari discorsi che Benedetto XVI terrà durante le celebrazioni. 

I messaggi saranno twittati in Italiano, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo e Portoghese. L'intento della Santa Sede è piuttosto chiaro e consiste nell'utilizzo delle nuove tecnologie e mezzi di comunicazione per avvicinare il giovani alla Chiesa Cattolica.

Lo spiega (in un modo migliore di come l'ho fatto io) direttamente monsignor Claudio Maria Celli, responsabile delle Comunicazioni Sociali del Vaticano:  Il “tweet” può essere riformulato, ridistribuito, rilanciato, disseminato. Questo richiama l’immagine del Vangelo: il piccolo grano di senape che, sparso sul terreno, produce arbusti dove anche gli uccelli del cielo possono riposare. Ecco, il nostro desiderio era questo: far sì che utilizzando le nuove tecnologie, il Messaggio del Papa per la Quaresima potesse risuonare ampiamente, potesse pervenire al cuore dei giovani, e fruttificare nel loro cuore». 

A scanso di equivoci diciamo subito che chi già si immaginava il Papa affacciato alla finestra di Piazza San Pietro con  in mano l'Iphone a twittare le foto dei fedeli scattate da una posizione privilegiata rimarrà deluso.

La gestione della pagina twitter non sarà in mano al Pontefice in persona (e ci mancherebbe altro aggiungo io) ma sarà affidata a un team di esperti, che pubblicherà i contenuti con l'approvazione di sua Santità.  


Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Web e Cultura digitale
scrivi un commento

commenti