Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 aprile 2012 1 16 /04 /aprile /2012 21:34

http://www.asaps.it/articoli/Art_2005/immagini/0112.jpgBrutte notizie dal mondo dell'informatica: secondo i dati raccolti da Eurostat l'Italia è fra i Paesi Europei più indietro dal punto di vista dell'alfabetizzazione informatica. 

Considerando 27 Paesi del vecchio continente infatti la nostra penisola si posiziona davanti solo a Bulgaria, Romania e Grecia, ed è allo stesso livello di Cipro e Polonia. Un risultato tutt'altro che lusinghiero, che mette in risalto la posizione di svantaggio in cui si trova il nostro Paese rispetto alle altre nazioni Europee, molto più evolute dell'italia per quanto riguarda l'uso del Personal Computer.

A dirla tutta i dati dello studio pubblicato, disponibili a questo link, sono a dir poco imbarazzanti: circa il 40% delle persone nella fascia di età fra i 16 e i 74 dichiara di non aver mai adoperato un PC (nel resto d'Europa la media è del 22%, addirittura nel Regno Unito solo il 10% degli intervistati è completamente ignorante in materia). 

Non solo: ben il 54% degli partecipanti al sondaggio dichiara di non essere in grado di compiere operazioni elementari al PC, come ad esempio spostare o cancellare un file, e i dati peggiorano se si considerano operazioni più complesse, come utilizzare un foglio elettronico, un programma di videoscrittura e/o programmi di grafica.

Qualcuno, magari un ottimista, potrebbe pensare che l'Italia è penalizzata dal fatto che l'età media è abbastanza alta e che in fondo i nostri giovani (quelli a cui più servirebbe imparare ad usare il computer) col PC se la cavano alla grande.

Purtroppo non è così, anzi, per mortificare ancora di più il popolo italiano ricordiamo anche che il nostro paese è quello con meno laureati in informatica d'Europa, con appena l'1,3% degli studenti universitari che completano un percorso di studi in materie informatiche (anche se c'è da dire che il 9% dei giovani fra i 16 e i 24 conosce un linguaggio di programmazione, il che vuol dire forse che l'istruzione pubblica non aiuta i giovani nella materia).

Insomma un disastro su tutta la linea, e nonostante il Governo abbia da poco approvato l'agenda digitale i dati non sembrano darci grandi speranze nemmeno per il futuro, considerando che la crescita dell'informatizzazione nel nostro Paese negli ultimi 5 anni è stata praticamente pari a 0. 

In mezzo a questo deserto mi chiedo come abbia fatto io stesso a laurearmi in informatica, vuoi vedere che forse non siamo davvero così messi male noi italiani? 

 


Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Web e Cultura digitale
scrivi un commento

commenti

Fabrizio Rocca 03/15/2016 17:10

Che vergogna per il nostro paese.