Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 novembre 2011 1 28 /11 /novembre /2011 14:45

http://tekdrops.files.wordpress.com/2011/11/linux-mint-12-logo.png?w=200&h=200Poche settimane dopo l'uscita di Ubuntu 11.10 la concorrenza non si fa attendere, e si mostra in tutta la sua verde potenza. Infatti è stata appena rilasciata la versione 12 di Linux Mint, dal nome in codice Lisa.

Pur essendo derivata direttamente da Ubuntu, da cui eredita le maggiori novità per quanto riguarda kernel e funzionalità di base, questa nuova versione porta con sè alcune differenze rispetto alla sua parente diretta: nel seguito vedremo le più importanti.

Partiamo con quello che risalta subito all'occhio al primo avvio: l'ambiente desktop. Linux Mint 12 rimane quasi sul classico e porta in dote Gnome 3.2 come ambiente grafico predefinito. Per superare alcune lacune mostrate dalla release 3.X e prontamente fatte notare dagli utenti, gli sviluppatori hanno implementato però le Mint Gnome Shell Extensions (MGSE), che introducono all'interno di Gnome 3.2 alcune features della versione 2, come ad esempio il menu di avvio. 

C'è anche la possibilità di usare MATE, un fork di Gnome 2 pensato per utilizzare contemporaneamente le due versioni. Attualmente non è ancora stabile al 100%, ed è inserito solo nella versione DVD del Sistema Operativo; chi ha scaricato la versione CD e vuole provarlo può comunque prelevarlo dai repository (o in fase di installazione), anche se lo stesso team di sviluppo consiglia di attendere che sia rilasciata la versione stabile. 

http://tekdrops.files.wordpress.com/2011/11/mint12-screenshot2.png?w=300&h=225Dal punto di vista software anche questa release utilizza il nuovo kernel 3.0, e come tradizione si presenta molto orientata verso l'uso domestico, con la presenza di Totem 3.0.1 e VLC 1.1.12 come riproduttori multimediali, LibreOffice 3.4.3 per gestire i vari documenti elettronici e l'accoppiata Firefox-Thunderbird per quanto riguarda browser e client di posta elettronica di default. Ovviamente c'è piena libertà di scelta ed in qualsiasi momento l'utente potrà decidere di utilizzare gli applicativi che più preferisce. Sono presenti anche il plug-in per Flash e Moonlight, la versione open-source di Microsoft Silverlight, che permettono di godere appieno di tutti i contenuti multimediali disponibili sia on-line che off-line. 

La novità riguarda il nuovo motore di ricerca, DuckDuckGo. La sua caratteristica principale è quella di mostrare i risultati di ricerca senza tenere traccia dei precedenti utilizzi. Questo permette di ottenere ricerche non influenzate dalle attività recenti dell'utente, in modo da avere la massima imparzialità e contenuti sempre aggiornati. Chi tiene molto alla propria privacy in rete potrebbe trovarlo uno strumento molto comodo, gli altri invece potranno utilizzarlo come una sorta di esperimento, con cui verificare di persona come cambiano i risultati delle ricerche in internet in base alle informazioni che lasciamo in giro per la rete.  

Resta sempre apprezzata, oltre che molto utile per gli utenti meno smanettoni che vogliono provare una distribuzione di Linux senza impazzire fra partizionamenti e boot-loader, la possibilità di installare Linux Mint tramite Mint4Win, una applicazione che permette di installare il sistema operativo come se fosse un software per windows, con tanto di pulsante per la rimozione.  

Tutto il necessario per l'installazione si può prelevare direttamente dal sito ufficiale dove sono disponibili le versioni a 32 e 64 bit, sia DVD che CD. E' anche possibile scegliere di scaricare la versione no-code in cui sono presenti solo software open-source. 

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Software e Hardware
scrivi un commento

commenti