Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 ottobre 2012 4 04 /10 /ottobre /2012 17:39

http://www.lettermagazine.it/wp-content/uploads/2010/01/facebook-469x350-300x223.jpgLa notizia arriva direttamente dal fondatore, ed è di quelle sensazionali. Facebook ha raggiunto il miliardo di utenti attivi: cioè mille milioni di persone connesse nello stesso momento al social network partorito dalla mente di Mark Zuckerberg

Per darvi un'idea di quanti siano un miliardo di persone possiamo solo farvi presente che 1 miliardo di persone sono circa 20 volte la popolazione dell'Italia.  

Numeri decisamente imponenti specie se rapportati con quelli dell'esordio, datato 2006, che si fermavano a quota 25 milioni. In soli 6 anni quindi l'utenza si è moltiplicata di 40 volte, raddoppiandosi negli ultimi due anni.

E non dobbiamo dimenticarci che dal conto vanno esclusi gli utenti cinesi (un altro miliardo scarso di persone), per cui Facebook resta un miraggio ma che si consolano con un universo digitale completamente scollegato da quello del resto del mondo. 

Un successo numerico quello di Facebook, ma non economico: nonostante la costante crescita dell'utenza attiva gli investitori non sono per niente convinti del potenziale finanziario dell'azienda e così l'entrata in borsa non ha portato i benefici sperati, con il valore delle azioni in continuo ribasso nonostate i propositi iniziali.

Ad ogni modo anche senza il conforto degli ambienti economici Facebook continua ad essere il social network preferito dagli internauti, come testimonia un altro record appena raggiunto: quello delle foto pubblicate dagli utenti; sono infatti più di 219 miliardi le foto condivise dagli iscritti. 

Tante, tantissime, forse troppe per i fissati con la privacy, ma nemmeno un numero tanto eccessivo considerando che fanno si e no 219 per ogni utente. 

Non ci resta che chiederci quando sarà raggiunto il prossimo traguardo e come e quando qualcuno riuscirà a detronizzare il prodotto di Mark Zuckerberg

 

Condividi post

Repost 0
Published by informaticamente - in Web e Cultura digitale
scrivi un commento

commenti